Quello che non so di te

Sarà l’ipocrisia del clima Natalizio. Sarà che ogni tanto mi stanco di starvi a raccontare delle solite beghe interne al PD, dei fallimenti della destra pontina o della crisi che sta lentamente uccidendo le speranze di crescita del nostro Paese.

Sarà che  mi va di farvi gli auguri di buone feste in modo originale. Eccovi allora una canzone di Luca Madonia e Franco Battiato che rappresenta con puntualità quello che intendo per buona musica.

Ciao a tutti.

Festa dell’unità a Latina.

E’ in corso la festa dell’unità del PD della provincia di Latina presso l’area del parcheggio delle Vecchie Autolinee.

Terminerà Domenica 19 Settembre e mi preme invitarvi a partecipare.

In particolare Venerdì e Sabato alle ore 21.30 suoneranno dei miei amici veramente ma veramente bravi. Venerdì sarà la volta degli Easy Skankers e Sabato dei Legittimo Brigantaggio.

In ogni caso tutte le sere dopo cena ci sarà un concerto e verso le 18.30 i dibattiti politici. In più cinema, buona cucina ed altri intrattenimenti.

Per scaricare il programma completo  andate su http://www.pdlatina.it

ci vediamo. ciao.

Basilicata is on my mind!

Un omaggio ad una terra che sento mia e dalla quale sono distante da troppo tempo. Nella mia breve nota autobiografica inserita in questo blog non ho citato la “rossa Modena” e la “rosa Matera”. Due terre che adoro, che mi porto dentro e dalle quali provengono i miei genitori. Io sono finito a Latina, non per scelta, ma me ne sono fatto una ragione………di lotta! Eco a voi il grande Rocco Papaleo.

Qualche giorno di pausa.

pauseScusate ma per qualche giorno non potrò aggiornare il blog. Non vi preoccupate dunque  se non vedrete approvati e pubblicati i commenti ai post o se i sondaggi rimarranno fermi e il tutto risulterà un po’ ingessato.

Giusto qualche giorno per ricaricare le pile, sbrigare alcune faccende e poi sarà una primavera elettoralmente caldissima quella che ci porterà alle elezioni amministrative, provinciali ed europee. Un bel da fare per quanti come me si metteranno ancora una volta a testa bassa e lavoreranno per dare un’alternativa al governo della nostra reatà.

Vi saluto con un consiglio musicale. Andate su www.martimusic.net Ascoltate il promo di “September in the rain” e poi andate a comprare il CD e renderete un servizio al mondo della buona musica e a voi stessi. Loro sono i Marti, cantano in inglese ma sono italianissimi. Li ho visti per caso a Scalo 76 su Rai 2 qualche mese fa (o Cargo credo si chiami ora). Li avevo rimossi poi come tutti i ricordi che raffiorani alla mente sono ritornati e… … … insomma questi so bravi!

Ciao a presto. Hasta!

Gimme Hope Jo’anna Gimme Hope Obama

Oggi si insedia alla Casa Bianca Barak Obama. Tutto il mondo guarda agli Stati Uniti con speranza visto il loro coraggio di cambiamento. L’elezione del primo presidente afroamericano ha creato tante aspettative positive su vari fronti: pace, sviluppo, ambiente. Auguri Presidente. Non ci deluda.

Per augurargli un buon mandato, pubblico il video di una mitica canzone di Eddy Grant che molti hanno ballato dagli anni 80 ad oggi o che associano alla pubblicità di un noto yogurt. Pochi masticano l’inglese in Italia e in molti hanno pensato fosse solo una canzoncina tutta da ballare. In realtà è una canzone contro la guerra e contro l’apartheid in Sudafrica. Allego video e traduzione del testo 🙂

Ciao a tutti. Omar.

Versione italiana di Riccardo Venturi
24 settembre 2007

FAMMI SPERARE, JO’ANNA

Beh, Johannesburg comanda un paese,
comanda a Durban e nel Transvaal,
fa felice poca della sua gente, oh
e del resto se ne frega del tutto
Ha un sistema che chiamano apartheid
che tiene un fratello sottomesso
ma forse la pressione può far vedere a Jo’anna
come ognuno possa vivere insieme

Fammi sperare, Jo’anna,
sperare, Jo’anna
Fammi sperare, Jo’anna
prima che sia mattina
Fammi sperare, Jo’anna,
sperare, Jo’anna,
sperare prima che sia mattina

Sento che fa tutto quel prezioso denaro
per comprare nuove armi e ogni sorta di fucili
mentre ogni madre nella Soweto nera teme
che le ammazzino un altro figlio
S’insinua oltre tutte le frontiere dei vicini
ora e sempre per divertirsi un po’
non le importa se il divertimento e i giochi che fa
sono pericolosi per tutti quanti

Fammi sperare, Jo’anna,
sperare, Jo’anna
Fammi sperare, Jo’anna
prima che sia mattina
Fammi sperare, Jo’anna,
sperare, Jo’anna,
sperare prima che sia mattina

Ha chi la sostiene nei posti che contano
che voltano la testa al sole della città,
Jo’anna dà loro tutti quei bei soldoni
per tentare chiunque voglia arrivare
sa persino come distorcere le opinioni
in ogni rivista e sui giornali
per ogni cattiva mossa che questa cattiva Jo’anna fa
c’è sempre una buona spiegazione

Fammi sperare, Jo’anna,
sperare, Jo’anna
Fammi sperare, Jo’anna
prima che sia mattina
Fammi sperare, Jo’anna,
sperare, Jo’anna,
sperare prima che sia mattina

Persino il predicatore che lavora per Gesù,
e l’Arcivescovo, che è un uomo pacifico
dicono insieme che i combattenti per la libertà
trionferanno sul potente
Voglio vedere se sei cieca, Jo’anna,
se vorrai sentire il suono dei tamburi,
ma non lo vedi che la marea cambia,
non farmi aspettare fino a mattina

Fammi sperare, Jo’anna,
sperare, Jo’anna
Fammi sperare, Jo’anna
prima che sia mattina
Fammi sperare, Jo’anna,
sperare, Jo’anna,
sperare prima che sia mattina

Fammi sperare, Jo’anna,
sperare, Jo’anna
Fammi sperare, Jo’anna
prima che sia mattina
Fammi sperare, Jo’anna,
sperare, Jo’anna,
sperare prima che sia mattina,
sperare prima che sia mattina.