#BUONGIORNOTURISMO

convegno turismo#buongiornofuturo In Provincia 4.700 imprese, oltre 180 stabilimenti balneari, 330 milioni di fatturato annuo, tanti e tanti posti di lavoro. Sono i numeri importanti del nostro turismo che possono e debbono ancora crescere. E poi cultura e tradizione dei lepini, gli scavi archeologici, la costa, il Parco Nazionale, laghi, Ninfa, l’architettura razionalista e chi più ne ha più ne metta. Cosa manca? Un’amministrazione nel capoluogo che creda nello sviluppo di questo comparto, nell’importanza di fare rete con gli altri comuni, che aiuti le imprese, che sia capace di intercettare i fondi europei, che migliori (…) Continua a leggere

La vecchia storiella della filiera di governo.

fondi ueIn politica (e in politichese) molti si riempiono la bocca con il termine “filiera di governo” che sostanzialmente significa questo: “se la mia parte politica governa il Paese e la Regione, il mio Comune avrà più possibilità di ricevere fondi pubblici per realizzare le opere necessarie alla comunità”.

Il concetto di “filiera di governo” (che per anni è stata pratica politica quotidiana) contiene, nei fatti, il virus dell’ingiustizia e non è più praticabile. Dico di più. Chi utilizza ancora questi concetti obsoleti mente (sapendo di mentire) al proprio interlocutore ed è rimasto prigioniero dell’idea di un sottosviluppo locale da prima repubblica: “conosci l’onorevole e avrai”.

Se fosse così avremmo la metro, le terme, l’aeroporto, il porto, l’autostrada, la cittadella giudiziaria, il palazzetto dello sport e lo stadio nuovi, la discarica di Montello chiusa, le strade senza buche, la differenziata al 100%. Si perché il nostro territorio di rappresentanti istituzionali e “santi in paradiso” ai massimi livelli ne ha avuti, eppure non basta e, aggiungo, basterà sempre meno. Questo perché oggi, e nel prossimo Continua a leggere

Ecco 850mila euro per l’occupazione che il Comune non sa spendere.

soldi volanti plus latina(20 Gennaio 2015) Solo ieri si è tenuto un Consiglio Comunale monotematico per affrontare il grave tema della disoccupazione nella nostra provincia. L’unico obiettivo era quello di fornire il sostegno unanime delle istituzioni ai numerosi lavoratori del comparto industriale che hanno perso o che rischiano di perdere il lavoro. Per senso di responsabilità ogni consigliere ha rinunciato al proprio intervento e delegato al Sindaco la redazione di una mozione di sostegno ai lavoratori e funzionale alla ricerca di soluzioni per risolvere la crisi occupazionale.

Oggi però è doveroso tornare ai temi amministrativi e a quelle che ritengo essere le gravi responsabilità del Comune (…) Continua a leggere

SUAP. Maggioranza divisa, dirigente assente, assessore fantasma.

suap latina(4 Dicembre 2014) «Oggi in commissione Commercio si sarebbe dovuto discutere dello stato organizzativo dello Sportello unico per le attività produttive al fine di elaborare proposte per migliorarne il servizio, ma nulla di tutto ciò è successo a causa dello stallo amministrativo determinato dalla crisi politica del centrodestra, tutt’altro che risolta». Il consigliere del Partito democratico Omar Sarubbo segnala l’ennesima seduta di commissione andata a vuoto per assenze istituzionali che bloccano i lavori consiliari e costringono a rimandare le attività funzionali all’azione di governo della città.

Alla seduta avrebbe dovuto partecipare la nuova dirigente del settore commercio, la dottoressa De Simone che però non ha preso parte ai lavori. «In ogni caso – afferma Sarubbo – è (…) Continua a leggere

Regolamento commercio. Maggioranza assente e inconcludente fino alla fine.

chiusura-serrande-abbassate-crisi-imprese-37762_655x365(4 Novembre 2014) Ancora un nulla di fatto per il regolamento sul commercio in aree pubbliche. L’approvazione era tra i punti all’ordine del giorno della Commissione Commercio di questa mattina, ma la seduta è saltata a causa dell’assenza dei consiglieri di maggioranza. Già un paio di mesi fa la maggioranza pose in votazione il documento, ma il testo fu ritirato e l’approvazione rimandata dopo che il consigliere del Partito democratico Omar Sarubbo rilevò la presenza di numerosi errori all’interno della bozza, sia formali che normativi. Oggi il regolamento proposto dall’assessore Tripodi è stato nuovamente sottoposto ad approvazione, ma inutilmente perché all’appello erano presenti solo tre dei sei consiglieri di maggioranza necessari ad aprire la seduta.

«La Commissione ha lavorato per mesi alla modifica del regolamento – afferma Sarubbo – raccogliendo anche il prezioso (…) Continua a leggere