Il castello di Torre Astura si trova sulla costa Tirrenica tra Nettuno (RM) e Foce Verde (LT).

DESCRIZIONE

Il Castello è circondato da un vasta pineta e sorge all’interno di un’area militare ben conservata. L’accesso alla pineta e alla spiaggia che sorge ai piedi del castello è comunque garantito al pubblico.

Qui sfocia il Fiume Astura che un tempo fu un attracco navale romano. Su queste terre  sorgevano, infatti, svariate ville di benestanti e nobili. Qui sostavano, oppure  si fermavano per la villeggiatura, perché poco più in là c’erano le inospitali paludi pontine  dalle quali era opportuno tenersi a debita distanza (poi bonificate in via definitiva durante il ventennio fa (…)

scista). Durante l’età imperiale questo litorale divenne il soggiorno anche di Augusto, Tiberio e Caligola.

In molti hanno visitato il castello ma siamo pronti a scommettere che in pochi ne conoscono la storia, come spesso accade.

Seppure con estrema sintesi (e dunque senza pretesa di completezza) proviamo a ricostruirne i passaggi storici fondamentali e ad aggiungere qualche curiosità.

LA STORIA

Cominciamo con il dire che lo stesso Marco Tullio Cicerone possedeva una delle molte ville che sorgevano in zona. Ci sono testimonianze di suoi soggiorni ed anche di un suo passaggio per sfuggire ad Antonio. Dopo la morte di Cesare, Cirerone svolse un ruolo di primo piano nel tentare di ricostruire un Partito Senatorio in alleanza con Ottaviano. Tentativo fallito.

Fu poi raggiunto e ucciso nei pressi di Formia e Gaeta dai sicari di Antonio, decisamente contrario all’iniziativa e “al quanto irritato” dalle orazioni di Cicerone contro di lui (le famose Filippiche).

Intorno al 1200 la famiglia Frangipane (CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE SU BLOG-NEWS.EU)

 

Annunci