festa democratica de l'unità latinaOggi comincia la Festa Democratica de l’Unità, l’ennesima. Si terrà come al solito presso i giardini pubblici di Latina e l’abbiamo organizzata di nuovo nonostante farlo costi fatica, ci tenga per giorni lontani dal lavoro, dalle famiglie, dall’aria condizionata 🙂

Ogni anno, al termine della festa, ci ritroviamo a fare il punto della situazione, a complimentarci l’un l’altro per l’impresa e a pronunciare le solite parole: “per me era l’ultima”, “io c’ho un’età adesso basta”, “se non la smetto mi cacciano di casa” etc etc. E poi…e poi eccoci qua, di nuovo, accampati sul rovente asfalto del parco comunale (più che mai trascurato) ad organizzare concerti, dibattiti, giochi, esposizioni, ristorante. Per quanto mi riguarda è il diciannovesimo anno.

A chi l’ha messa in piedi piacerà a prescindere, molti ci daranno consigli, parecchi la criticheranno e alcuni (tristissimi) la guferanno (…) di brutto. Ma va bene così.

Chi ce lo fa fare? Perché non smetteremo mai di organizzarle? Perché la politica ha mille difetti ed è frequentata anche da brutte persone ma noi no, noi vogliamo esibire la nostra idea di una politica che si autofinanzia anche così. Una politica che sa organizzare un evento da regalare alla città, una politica che ama stare tra la gente, per strada, che non si nasconde e che è disposta a parlare con tutti. Una politica fatta da persone per le quali la fatica derivata dal lavoro è un valore che, se è condiviso e se possiede una missione collettiva, è meno pesante da sopportare.

Perché è l’unica politica possibile, per quanto mi riguarda.

E poi…e poi, come dicono i miei amici più cari, perché so’ un po’ cojone!

Vi aspetto 🙂

Annunci