dispositivo semoforo a chiamata non vedenti(29 Gennaio 2015) La scorsa estate, durante la scorsa festa democratica di Latina un cittadino mi sottopose la questione della trasformazione dei semafori in “semafori a chiamata per non vedenti” spiegandomi l’esistenza di una tecnologia (a basso costo) per adeguarli tutti.

Incuriosito e stimolato da questa proposta ho fatto una piccola indagine scoprendo che a Latina ve ne sono solamente una decina, metà dei quali non funzionanti. Inoltre ho appreso dell’esistenza di una norma – Art. 4 Comma 6. del DPR n.503/96 – che obbliga i Comuni ad abbattere le cosiddette barriere sensoriali e percettive oltre che quelle architettoniche.

Il testo recita così: “Gli impianti semaforici, di nuova istallazione o di sostituzione, devono essere dotati di avvisatori acustici che segnalano il tempo di via libera anche a non vedenti e, ove necessario, di comandi manuali accessibili per consentire tempi (…) sufficienti per l’attraversamento da parte di persone che si muovono lentamente”,

Insomma, il comune di Latina era palesemente “fuorilegge”.

Chiesi subito alla Commissione Lavori Pubblici di interessarsi alla questione e di adoperarsi per censire i casi da sanare (ovviamente quasi tutti). Poco è accaduto da quella riunione di Settembre 2014 in poi poiché di disponibili non ce n’erano, pare. Avrei avuto argomenti per secoli di polemiche ma l’obiettivo era una altro: far partire i lavori.

Ho dunque presentato una mozione in consiglio comunale, approvata oggi con voto unanime, che impegna il Sindaco e la Giunta a reperire le somme nel prossimo bilancio di previsione per realizzare le opere tanto attese.

Quello compiuto oggi è un passo importante per migliorare la qualità della vita dei nostri concittadini portatori di disabilità. Un tassello che si aggiunge agli altri 150 mila euro stanziati pochi mesi fa (sempre su proposta del PD) per l’abbattimento delle barriere architettoniche in città. Sono soddisfatto ma, chiaramente, vigilerò e vigileremo affinché il documento approvato oggi non rimanga lettera morta.

Annunci