non vedenti semaforo(14 Ottobre 2014) È stato depositato oggi in Comune dal consigliere del Partito democratico Omar Sarubbo un ordine del giorno per dotare di dispositivo acustico e di prenotazione i semafori di Latina che ancora ne sono sprovvisti e potenziare così un servizio finalizzato ad agevolare la mobilità e la sicurezza dei disabili visivi.

«In città – spiega Sarubbo – solo alcuni impianti semaforici sono muniti di dispositivo elettronico “a chiamata” e “dispositivo sonoro”, avvisatori che consentono ai cittadini portatori di disabilità visiva di attraversare la strada in modo più agevole e sicuro. Gli interventi previsti e realizzati finora non sono sufficienti a garantire la libera e sicura mobilità dei disabili. Il problema è già stato sollevato in una seduta della commissione Lavori Pubblici, ma non ha ancora (…) trovato soluzione».

Sarubbo chiede la discussione dell’ordine del giorno nel primo consiglio comunale utile confidando in un impegno da parte del sindaco e della giunta considerato che con il bilancio di previsione appena approvato l’assise si è già manifestata sensibile rispetto all’urgenza di abbattere le barriere architettoniche che ostacolano la piena mobilità delle persone con disabilità motorie o sensoriali. «Al sindaco e alla sua maggioranza – sottolinea il consigliere del Pd – chiediamo di organizzare, insieme con le associazioni che si occupano della problematica della disabilità visiva, un monitoraggio degli impianti semaforici sprovvisti di questi dispositivi e di reperire le risorse per installarli al più presto dove ancora mancano così da ripristinare il diritto alla mobilità dei non vedenti e rendere la città più vivibile e accessibile a tutti i suoi cittadini. Chiediamo anche di farlo in tempi accelerati perché c’è una legge che obbliga l’installazione di dispositivi per garantire la mobilità dei diversamente abili e perché anche su questa tematica la nostra città segna un ritardo ingiustificabile».

Annunci