colore rosaDopo le storie di Bruno, Chiara e Stefano eccomi di nuovo qui a raccontare un’altra “avventura” pontina; per la precisione una questione di donne, sensibilità e capacità.

E’ la storia di Giorgia Capurso e Katharina Gilcher, da sempre impegnate nel settore della promozione culturale nel nostro territorio. La prima ha risolto il problema della mancanza di spazi espositivi aprendone uno dentro casa sua. La seconda, a dir poco, un’ottima fotografa.

Qualche mese fa, al tavolo di un pub nel centro di Latina, ho chiesto loro cosa sapessero di Satricum e degli scavi archeologici in (…) corso a Le Ferriere. Devo dire che, a differenza di molti, non erano a digiuno di informazioni ma alla domanda “ci siete mai state?” la risposta è risultata essere delle più attese: “no”. “E ci vorreste andare?”. “Certo che si!”.

Bene. La chiacchierata è proseguita riflettendo sul perché questo enorme patrimonio culturale non fosse fruibile, esposto al pubblico e pubblicizzato a dovere. Giusto qualche minuto di dibattito perché, mentre i miei pensieri si contorcevano attorno alla questione politica delle occasioni mancate, loro erano già oltre. Loro sono donne e tenaci e stavano già pensando: “cosa possiamo fare?”.

L’idea partorita è stata quella di realizzare una mostra fotografica che esponesse e valorizzasse il lavoro di oltre trenta anni di scavi archeologici realizzati dagli studenti dell’Università Olandese e da molti ragazzi residenti nei nostri borghi sotto la preziosa direzione della Dott.ssa Marijke Gnade e grazie all’ospitalità del Dott. Antonio Santarelli, proprietario delle tenute di Casale del Giglio.

Mostrare il lavoro di uomini e donne che hanno riportato alla luce la millenaria e sepolta città di Satricum scavando per anni con sacrificio, passione e scienza. Questo ci è sembrato da subito l’omaggio dovuto a chi ci ha donato questa scoperta: archeologi, scienziati, studenti, operai e semplici volontari.

Grazie all’amico Marcello Menegatti (che da giovanotto ha partecipato alle campagne di scavo) abbiamo incontrato la gentilissima Dott.ssa Gnade un paio di giorni dopo l’involontaria riunione. La dottoressa ha sposato il progetto della mostra fotografica e ha dato la possibilità a Giorgia e Katharina di passare una intera giornata con loro (era l’afoso Ferragosto del 2013) per realizzare il servizio fotografico. La ciliegina sulla torta è stata la concessione di uno spazio espositivo all’interno del Museo di Satricum che verrà finalmente aperto al pubblico l’11 Giugno 2014 alle ore 16.30.

 “Persone che non conoscevano persone”. “Persone che non conoscevano cose”. Da questo è nato il progetto della mostra affinché nulla, e dico nulla, vi appaia impossibile se c’è di mezzo la libertà e la cultura.

La mostra è organizzata da Aus_Galerie con il contributo del Comune di Latina. Vi aspettiamo Mercoledì 11 Giugno a Satricum. Non perdete l’occasione.

Annunci