CAM02387(30 Maggio 2014) Ripartirà domani primo Giugno il servizio di isole ecologiche itineranti per la raccolta dei rifiuti ingombranti, «peccato che sia un servizio monco visto che non dà diritto allo sconto in bolletta che dovrebbero avere i cittadini per ogni rifiuto conferito». Il consigliere del Partito democratico Omar Sarubbo approfitta della riapertura delle isole itineranti, annunciata anche sulla home page del sito del Comune di Latina, per tornare sulla questione degli Ecopunti, un sistema mai partito sebbene approvato.

In un primo momento non si è potuto attivare il servizio perché privo di regolamento, ma «su insistenza del Pd e successivamente (…) al lavoro svolto in Commissione Trasparenza – ricorda Sarubbo – nel mese di ottobre 2012 il regolamento Ecopunti con il quale attribuire un punteggio (corrispondente ad uno sconto in bolletta) per ogni rifiuto ingombrante conferito presso le isole ecologiche è stato approvato in via definitiva. Ad oggi sono stati spesi oltre 50mila euro per l’acquisto di hardware, software, per la realizzazione delle tessere magnetiche e per coprire costi accessori, ma inutilmente perché il sistema degli Ecopunti non è mai partito con grave danno per i cittadini “ricicloni” che differenziano i rifiuti ingombranti attraverso le isole ecologiche e che avrebbero potuto usufruire di sconti in bolletta».

Il consigliere del Pd insiste a voler far luce sui motivi del ritardo nell’avvio del servizio e per questo ha depositato questa mattina un’interrogazione con cui chiede all’assessore Cirilli una relazione scritta nella quale si spieghino alla città le cause e le responsabilità politiche e tecniche della mancata attivazione del servizio.

«A Latina la raccolta differenziata è ferma al 30% – afferma Sarubbo – e servono misure che con premi, sconti e agevolazioni incentivino i cittadini ad adottare buone pratiche nel conferimento differenziato dei rifiuti. Sulle politiche dell’ambiente il Comune sta fallendo miseramente. Per una volta il sindaco e il vicesindaco accettino i consigli di un’opposizione severa, ma sempre costruttiva e propositiva. Si passi subito ad un modello di raccolta differenziata integrale – conclude il democratico – e si attivi, già a partire dal prossimo mese, il servizio Ecopunti così come è stato più volte promesso alla città».

Annunci