Il dono di Stefano alla mia città.

altalena disabili stema sportCapita spesso di dovermi confrontare con le “buone pratiche”. Succede per lavoro quando devo consigliare scelte direzionali ad aziende o formare qualcuno. Mi succede anche facendo politica perché molte proposte da avanzare al Comune di Latina le vado cercando online tra le iniziative intraprese dalle amministrazioni più efficienti. Alla fine cerco di farlo anche nella vita e pure qui per due motivi. Da una parte perché aiuta a crescere e dall’altra perché ammirare i migliori anziché invidiarli è un “sentimento buono” che mi va di provare e mi piace diffondere.

Questo modo di pensare (questa voglia di pensare) mi spinge periodicamente a (…) raccontare storie di persone che stimo e che ammiro. Storie che aiutano ad avere fiducia nel futuro. Storie da raccontare per interrompere il grigiore della vicenda politica locale di cui sono solito parlarvi, perlopiù con vena noiosamente polemica.

Qualche mese fa ho raccontato la storia di Chiara che ad un certo punto decide di fondare una Onlus per aiutare persone che soffrono di disturbi dell’alimentazione di cui lei stessa ha sofferto in passato. Qualche settimana fa ho pubblicato un intervento di Bruno che a Latina fa la raccolta differenziata da prima che il Comune avviasse la raccolta differenziata!

Oggi è la volta del mio amico Stefano che non sentivo da un po’ di tempo.

Stefano ha un’attività di commercializzazione di prodotti medicali ed elettromedicali per lo sport, mi chiama qualche giorno fa e mi dice: “Voglio regalare al Comune un’altalena per disabili da istallare in un parco in centro. L’ho vista su internet e sono giorni che non penso ad altro. Ci si può salire direttamente con la carrozzina, costa qualche migliaio di euro ma in questo momento posso farlo e voglio farlo. Contatta il Comune e verifica se questa cosa è possibile”.

Neppure a dirlo sospendo ogni attività in corso, ripongo “la bandierina rossa” nel cassetto e mi reco immediatamente presso la segreteria del Sindaco alla quale non gli pareva vero! Non si sono fatti di certo pregare perché un’occasione così non capita tutti i giorni ed in fretta e furia è stata protocollata e accettata la richiesta.

Insomma, l’altro ieri Stefano è stato ospitato presso la manifestazione Invictus per presentare il progetto e ad inizio 2014 l’altalena per disabili verrà istallata grazie a questa importante donazione con l’impegno del Comune di garantirne la manutenzione annuale.

Un lieto fine, una proficua collaborazione tra città e i suoi cittadini, un servizio in più per chi soffre di gravi disabilità. Sono contento.

Conclusioni:

1. A Latina un’altalena per disabili non c’era.

2. Il Comune quando vuole è velocissimo.

3. Stefano è un grande!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...