mi faccio carico altan(Comunicato dell’8/3/2013) Si è tenuta oggi la commissione trasparenza per proseguire il lavoro di indagine conoscitiva di tutta la vicenda della gestione del cimitero di Latina. Nello specifico oggi sono intervenuti in audizione l’architetto Della Penna e l’ingegner Le Donne per chiarire la questione della mancata redazione di una anagrafe delle sepolture.

“Ora il quadro è più chiaro, purtroppo” commenta il presidente della commissione trasparenza e consigliere comunale del Partito democratico Omar Sarubbo che ha deciso da tempo di fare chiarezza sulla situazione complessiva inerente la gestione del cimitero. Questa la ricostruzione dei fatti.

Il Comune di Latina ha affidato alla società che gestisce i servizi cimiteriali, dietro il compenso di 80mila euro, l’incarico di redigere e tenere aggiornata (…) l’anagrafe delle sepolture.

La Ipogeo, dopo aver redatto una prima stesura, in data 19 luglio 2011 ha chiesto al Comune un supporto  per completarla, aggiornarla, validarla.

Il Comune ha dato autorizzazione alla Ipogeo di accedere alla banca dati dell’anagrafe ma non si è reso disponibile a completare la redazione della lista in quanto questo servizio era stato dato in concessione alla società dietro pagamento di 80mila euro.

Non avendo dunque un’anagrafe completa delle sepolture la Ipogeo non ha riscosso dai familiari dei defunti i 15 euro l’anno per le spese di mantenimento e le ha pretese dal Comune che dal 2010 versa 540mila euro l’anno alla Ipogeo. I primi due anni sono stati già pagati e oggi gli uffici hanno comunicato ai componenti della commissione trasparenza e al presidente che stanno predisponendo anche il pagamento dell’annualità 2012.

“Questa empasse sta costando all’amministrazione centinaia di migliaia di euro – conclude il presidente Omar Sarubbo – che potrebbero essere spesi diversamente per la realizzazione di opere di pubblica utilità. Il compito della Commissione Trasparenza è stato quello di far emergere la verità, una costosissima verità. Ora la giunta e il sindaco si dovranno adoperare al più presto per risolvere il problema insieme alla commissione di lavoro costituita ad hoc”.

 

Annunci