Ex granaio a Montello. Da centro museale e culturale a deposito. L’ultimo sfregio della Polverini.

polverini fiorito(Comunicato del 16 Dicembre 2012) Un racconto di una situazione grottesca quello fatto da Marcello Menegatti, Coordinatore Circolo Partito democratico Latina Nord, il giorno dopo l’assegnazione, fatta all’insaputa delle istituzioni locali, dell’ex granaio a un’associazione di protezione civile. «Ieri a Borgo Montello è stato necessario spostare un funerale alla vicina Le Ferriere poiché tutta la zona circostante la chiesa era ingombra di mezzi e persone. Erano arrivati da fuori per assistere alla cerimonia di inaugurazione messa in scena dalla Polverini: l’ex granaio di Montello è stato assegnato del centrodestra alla Protezione Civile del Lazio».

«Increduli e arrabbiatissimi – continua il racconto di Menegatti – tutti i cittadini del borgo ai quali l’amministrazione aveva promesso di realizzare nell’edificio un museo e (…) di dare parte dello stesso in gestione alle associazioni culturali del territorio. Un’offesa e una delusione così grandi non se le aspettavano, visto che, il giorno prima, sindaco e vicesindaco avevano affermato di “avere avuto rassicurazioni dalla Regione riguardo la temporaneità dell’assegnazione alla protezione civile”. Cirilli e Di Giorgi hanno mentito ancora una volta».

«È ormai assodato che la Polverini, Di Giorgi e Cusani sono capaci solo a produrre guasti ai danni dei cittadini – commenta il consigliere comunale del Partito democratico Omar Sarubbo -. Sono tutti di centrodestra, governano Comune, Provincia e Regione ma non sono in grado di mettersi d’accordo neppure sulla destinazione d’uso di un edificio. La mancata apertura del museo, declassato a magazzino, infligge un duro colpo alla cultura, all’associazionismo, a tutti i cittadini. In questo modo si sbatte la porta in faccia alla possibilità di creare sviluppo investendo valorizzando le vocazioni del nostro territorio: turistica, archeologica, paesaggistica e culturale».

L’uso dell’ex granaio, infatti, doveva essere quella di luogo di aggregazione e di iniziative sociali e culturali.

«Il centrodestra aveva promesso ben altro in campagna elettorale – dice ancora Sarubbo -ma ora tutti i nodi stanno venendo al pettine e le bugie sono emerse con tutto il loro carico di cinismo. Per fortuna l’esperienza di governo della Polverini e della destra sta volgendo al termine e noi chiederemo a Nicola Zingaretti di aiutarci sanare questa situazione restituendo l’edificio ai latinensi».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...