(Comunicato del 14 Novembre) Il consigliere comunale del Partito democratico Omar Sarubbo ha ufficializzato con una interrogazione il sollecito nei confronti dell’amministrazione a istituire il tavolo per l’arsenico.

“Era il 26 giugno scorso quando il consiglio comunale di Latina votava all’unanimità la mozione con la quale si istituiva il tavolo di monitoraggio sull’arsenico – spiega Sarubbo – sono passati cinque mesi e questo tavolo non è stato mai istituito”.

Il tavolo dovrebbe essere composto da un “gruppo di lavoro paritetico composto da quattro persone (due della maggioranza e due dell’opposizione)”, si legge nell’interrogazione.

“Avrebbe dovuto affrontare questioni decisive per la qualità della vita dei cittadini di Latina – spiega Sarubbo -. Da (…) una parte verificando l’ipotesi di applicazione di sconti tariffari per chi ha subito il problema dell’arsenico nell’acqua, dall’altra affrontando la questione più generale della gestione delle risorse del servizio idrico, tra cui anche l’applicazione dell’esito referendario”.

Quali dunque le ragioni dell’inerzia dell’amministrazione?

Da qui l’interrogazione del consigliere del Pd e presidente della commissione trasparenza Omar Sarubbo rivolta al sindaco per conoscere “le ragioni della mancata composizione del tavolo di monitoraggio sulle questioni dell’arsenico e dell’erogazione del servizio idrico e per sapere se e quando intende convocarlo”.

Annunci