(Comunicato del 27 Settembre 2012) Solo oggi, alla vigilia della partenza del servizio, è stata autorizzata la vendita dei ticket per le mense scolastiche a Latina Scalo, in Corso della Repubblica e a Borgo Sabotino negli uffici anagrafici”. I consiglieri comunali del Partito democratico Fabrizio Porcari e Omar Sarubbo denunciano il ritardo con cui l’amministrazione comunale si è resa conto della necessità di autorizzare la vendita dei ticket mensa nei territori.

“Le divisioni interne alla maggioranza, la cui frattura si allarga di giorno in giorno ed è chiaro ed evidente in tutti i passaggi istituzionali e politici – commenta Sarubbo – a distanza di un giorno lavorativo ha messo in vendita i tagliandi (…)che saranno distribuiti solo grazie alla disponibilità degli ufficiali dell’anagrafe. Un disagio che poteva essere evitato con un po’ di buon senso”.

Essendo state abolite le circoscrizioni e gli uffici relazioni con il pubblico, infatti, quello degli uffici anagrafici è l’unico circuito fruibile per la distribuzione dei biglietti per le mense scolastiche.

“Il solito trucco del centrodestra – commenta Porcari – di spacciare un dovere per un favore: che il servizio mense sarebbe partito dal primo ottobre era noto a tutti da tempo. La stessa celerità con la quale questa maggioranza ha deciso gli aumenti del prezzo del ticket non c’è stata per la distribuzione”.

“Un disservizio creato ad arte – concludono i due consiglieri Porcari e Sarubbo – perché la distribuzione doveva essere organizzata molto tempo prima essendoci tutte le condizioni per farlo, ma persi nei rivoli dei loro distinguo gli esponenti della maggioranza dimenticano dei servizi necessari ala città

Annunci