Sconti TIA per chi differenzia. Tutto pronto da 3 anni ma il Comune blocca il regolamento.

(Comunicato del 18 Luglio 2012) Il presidente della commissione trasparenza e consigliere comunale del Pd  Omar SARUBBO chiede all’amministrazione di approvare il regolamento, pronto da tre anni, e di cominciare a premiare i cittadini “ricicloni”. “Ai cittadini di Latina virtuosi, quelli che hanno sempre fatto correttamente la raccolta differenziata, questa amministrazione ha sottratto tre anni di sconti sulle fatture”. Questo il commento del presidente della commissione trasparenza del Comune di Latina, Omar Sarubbo, nell’apprendere che il Comune di Latina, in fatto di agevolazioni, si è fermato alle riduzioni per chi, nel borghi, utilizza le compostiere per trasformare in proprio i rifiuti umidi. Tutto quanto previsto oltre questo è rimasto lettera morta.

Nella seduta di questa mattina in commissione trasparenza è intervenuto (…)in audizione  Valerio Bertuccelli, amministratore delegato della Latina Ambiente, che, su precisa domanda legata alle agevolazioni per chi differenzia correttamente, ha informato i commissari che da tre anni la società ha acquistato 60mila tessere (una per ogni utenza domestica) e alcune postazioni automatiche per la lettura magnetica. Le macchinette dovrebbero essere installate alle entrate delle isole ecologiche per il conferimento differenziato dei rifiuti ingombranti. Il meccanismo prevede sconti sulla Tia per i cittadini più “ricicloni”.

“Consideriamo questo – commenta Sarubbo – un primo importante passo nel percorso di passaggio dalla tariffa presunta a quella puntuale (più differenzi meno paghi). Tutto è fermo da 3 anni perché il Comune non approva il regolamento che è già scritto in ogni sua parte e del quale la Latina Ambiente ha chiesto formalmente e più volta l’adozione”.

Un lassismo da parte dell’amministrazione comunale che si riverbera tutto sule tasche dei cittadini, già vessati dalla tariffa stessa (tra le più alte d’Italia) e dall’Imu spinta al massimo.

Uno spreco di ricorse e tempi che non ha giustificazioni: “I soldi per l’acquisto di tessere e tecnologia sono stati già spesi – commenta il presidente – e un passaggio formale sta bloccando da anni l’avvio del progetto”.

“Sollecito formalmente l’amministrazione a fare presto – conclude il presidente e consigliere del Partito democratico Omar Sarubbo – e sbloccare le pratiche per l’avvio del progetto che premia i cittadini più virtuosi e che può migliorare complessivamente il servizio reso alla cittadinanza e all’ambiente”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...