Il 23 Dicembre scorso veniva approvata la legge Finanziaria Regionale. Mentre la Polverini aumentava del 10 per cento il bollo auto e introduceva una nuova accisa sulla benzina, a notte fonda regalava a 14 assessori esterni (non eletti) e a tre consiglieri decaduti vitalizi di 3 mila euro a partire dai 55 anni o con una lieve decurtazione dai 50. Pdl e Udc sono riusciti nei fatti a cancellare la norma che impediva agli assessori non eletti di ricevere una pensione. Come se non bastasse il vitalizio è stato garantito pure ai tre consiglieri decaduti per un errato calcolo nella distribuzione dei seggi che hanno cominciato immediatamente a percepire “la mancia” stabilita.

In più  fino al 2015 lo stipendio dei parlamentari regionali non si tocca (…) (oltre 10 mila euro).

Oggi alle ore 17.00 parteciperò all’iniziativa referendaria del Comitato “néné” della UIL (né privilegi, né sprechi) presso il centro anziani di Via Veneto. Interverrò a sostegno del referendum abrogativo dell’articolo della legge finanziaria voluto dalla Polverini e dalla sua maggioranza con il quale vengono sprecati 50 milioni di euro.

Per sapere come partecipare e firmare  clicca qui

Annunci