(Ufficio stampa. Comunicato del 10 Maggio 2011) Un grande atto di responsabilità del Pd ha consentito di aprire una prospettiva per risolvere l’annosa questione dell’esenzione della zona rossa vicina alla discarica di Montello.

«Tutto il consiglio comunale impegna la giunta e il sindaco affinché provvedano a inserire un importo non inferiore a euro 150mila nel bilancio».

Una vittoria per il Partito democratico che aveva presentato un emendamento al punto all’ordine del giorno “Approvazione piano finanziario degli interventi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani anno 2012”. L’emendamento portava le firme dei consiglieri comunali del Pd Mattioli, Sarubbo e De Marchis.

Ma la maggioranza ha condiviso in toto la linea del Pd e ha condiviso un nuovo ordine del giorno firmato da tutti i capigruppo. Si parla di somme che Equitalia pretende entro sessanta giorni dai cittadini che abitano nel raggio di due chilometri dalla discarica dei rifiuti di Borgo Montello. Somme che il Comune si era impegnato a pagare alla Latina ambiente per gli anni che vanno dal 2006 al 2008  per cui il regolamento prevedeva la riduzione del 50% della tariffa. Riduzione poi trasformata in esenzione.

«A seguito nel nostro emendamento – commenta il consigliere comunale del Pd Fabrizio Mattioli – abbiamo trovato un accordo per poter inserire in bilancio le somme per l’indennizzo come contributo per il disagio sociale che la popolazione subisce».

Nel nuovo ordine del giorno si dice chiaramente che nel bilancio 2012 sarà previsto un capitolo ad hoc. (…)

«Abbiamo portato a casa un importante risultato – dichiara il consigliere Omar Sarubbo – che va nel senso di indennizzare quelle popolazioni che da decenni sono sottoposte alla servitù della discarica e che per l’inerzia dell’amministrazione potevano subire l’ulteriore beffa del pagamento di tributi non dovuti».

150mila euro dunque per indennizzare i cittadini cui Equitalia chiede di pagare per somme che invece dovevano essere a carico del Comune.

«L’aver posto la questione in consiglio comunale con un emendamento – commenta il capogruppo Giorgio De Marchis – ha costretto la maggioranza a venire allo scoperto assumendo l’impegno di trovare i 150mila euro necessari a coprire la spesa. Ora ci impegneremo a seguire la vicenda da vicini per bloccare le cartelle Equitalia e per cercare la soluzione finanziaria nel prossimo bilancio di previsione mediante l’utilizzo dei 150mila euro».

Annunci