Sale parrocchiali B.go S.Maria. Terminati i lavori.

(comunicato stampa del 16 Dicembre 2011) 50 mila euro. A tanto ammonta il contributo per la sistemazione delle sale parrocchiali che la Regione Lazio ha stanziato con Art. 23 L.R. 31/2008 e finalizzato con determinazione del Dipartimento Economico Occupazionale della Regione il 23 Febbraio 2010. Questo grazie al noto impegno dell’allora Consigliere Regionale del PD Domenico Di Resta.

In questi giorni sono finalmente ultimati i lavori e dunque è stato compiuto un altro importante passo verso il miglioramento della struttura, dei servizi alla comunità parrocchiale ed a tutta la cittadinanza del borgo (…)

I lavori hanno interessato nello specifico il completamento dei marciapiedi a ridosso delle sale, le pitture, la pavimentazione e la sistemazione delle reti di servizio interrate.

Questa opera è una delle tante che il centrosinistra finanziò nella scorsa legislatura. A breve partiranno i lavori, già appaltati dal Comune, per la ristrutturazione della vecchia scuola di B.go Piave. Anche questo intervento è stato finanziato dal centrosinistra per un importo complessivo di oltre 350 mila euro.

“I borghi e le periferie sono stati spesso trascurati dalle amministrazioni che in questi anni si sono avvicendate alle guida della città. L’impegno del PD è quello di garantire ai cittadini dei borghi e delle periferie una cittadinanza di “serie A” e lo facciamo con i fatti e non soltanto con le parole.  L’opera appena conclusa su B.go S.Maria e quella che sta per partire su B.go Piave testimoniano il nostro impegno serio e concreto che ci consente anche  in tempi di grave crisi di dare qualche buona notizia e di contribuire, aldilà delle noiose polemiche politiche, alla crescita economica e sociale del nostro caro territorio ”. 

Annunci

7 pensieri su “Sale parrocchiali B.go S.Maria. Terminati i lavori.

  1. Si infatti è giusto, i preti non portano voti e poi si sa le parrocchie e le chiese sono poverissime. 350 mila euro…ammazza quasi un miliardo di vecchie lire, ma lo sai quante famiglie e quanti lavoratori sbattuti in mezzo alla strada ci campano? Non ce niente da fa è sempre la stessa storia…….

  2. Gentile Sig. Wolf,
    credo lei non abbia ben letto l’articolo. I 350 mila euro sono fondi che la Regione Lazio ha stanziato nel 2008 per ristrutturare la ex scuola elementare di B.go Piave che in questi anni è stata chiusa perché cade a pezzi. La stessa verrà ristrutturata (su richiesta di tutta la cittadinanza che ha firmato la petizione) per essere adibita a centro sociale a disposizione di tutta la comunità del borgo. Onestamente non capisco cosa centrano le parrocchie e le chiese. Credo lei abbia frainteso per bene. Per quanto invece riguarda la ristrutturazione e messa in sicurezza (50 mila euro) delle sale parrocchiali di B.go S.Maria, non vedo il problema visto che è l’unico spazio aggregativo di tutto l’abitato e a disposizione di tutti. Lei sa di quali locali stiamo parlando? Sa in che condizioni versavano? Lei sa? Buona notte Sig. Wolf e grazie per il suo parere.

  3. Ti faccio notare che l’articolo è scritto male………
    Le scuole elementari? Non sono di competenza del comune? Il comune lascia le aree sfitte e nessuno dice niente, poi ci pensa la regione a farci i “centri sociali”, sarebbe curioso sapere con quale criterio si disegnano tali cosi specie in un contesto come quello di Latina, dove invece mancano spazi sociali e luoghi di aggregazione, dove i fascisti occupano un edificio e l’opposizione non dice niente, anzi, ci va a fare la campagna elettorare (insieme a un noto scrittore “futurista” della città) dove aver dato in un primo momento la solidarietà con il suo ex-segretario. Sarebbe curioso sapere cosa avete da dire a riguardo, dato che non avete mai fatto niente o no? Ti dico cosi perche puo darsi pure che mi sbaglio o che magari dal palazzo non è giunta alcuna voce, colgo infatti l’occasione per chiederti informazioni a riguardo.
    Comunque con un territorio cosi massacrato dalla crisi leggere certe cose fa veramente rabbrividire!!!

  4. Sig. Wolf,
    lei è liberissimo di rabbrividire e di criticare la scrittura con la quale mi esprimo. Anzi io la ringrazio per tutte le osservazioni.
    Mi lasci però spiegare (se vuole) come e da cosa nasce il finanziamento per ristrutturare una scuola sostanzialmente abbandonata e che cade a pezzi per responsabilità ne mie e ne sue. Nel 2007, con l’auspicio di restituire alla comunità un luogo di aggregazione, furono raccolte più di 600 firme dagli abitanti del borgo e fu sottoscritto un progetto per rispondere ad un Bando pubblico di partecipazione sociale indetto dalla Regione. Il Comune votò il progetto di B.go Piave come il migliore tra i quattro presentati ma purtroppo la Regione non lo finanziò. L’anno successivo lo stesso è stato ripresentato e, con grande gioia di tutti, il progetto ha ottenuto il finanziamento nel bilancio 2008. Ricordo che con lo stesso bilancio ristrutturammo l’ex Enal di Latina Scalo che ora è un centro civico a disposizione della città. Se esistono fondi regionali per ristrutturare edifici dismessi e renderli fruibili alla cittadinanza mi spiega lei perché questi devono andare a Civitavecchia, Roma, Frosinone, Velletri, Viterbo (e chi più ne ha più ne metta) tranne che a Latina? E per quale motivo il Comune ed i cittadini di Latina non dovrebbero partecipare a bandi pubblici? Cosa si doveva fare della scuola vecchia, demolirla? Spero che l’edificio venga ristrutturato al più presto ed al meglio e che tutti ne possano godere.
    Grazie per i suoi interventi. Arrivederla.

  5. E tu quando glielo hai domandato (se lo hai fatto), cosa ti ha risposto? Ma in comune non si sa niente a riguardo, l’opposizione non dice nulla?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...