Siamo passati dai sogni faraonici irrelizzati di Zaccheo alla navigazione a vista di Di Giorgi. Il risultato è identico: un’amministrazione modesta senza sogni e senza risultati. Le linee programmatiche del Sindaco mancano l’occasione di disegnare un futuro possibile per la nostra città e sono inoltre scollegate dalla grave crisi economica in atto. A parte qualche piccolo intervento spot di ordinaria amministrazione (manutenzione del verde e strade) il  Sindaco e la sua Giunta manifestano un grave vuoto di idee ed una precarietà progettuale che la città non si può permettere. Nessuna parola nell’intervento del Sindaco sulla riorganizzazione del ciclo dei rifiuti, sulla innovazione e miglioramento della pubblica amministrazione, sulla portualità, sul piano regolatore, sullo sviluppo della marina, sulla viabilità principale e sulla mobilità sostenibile, sull’università e la ricerca, sul pessimo progetto di realizzazione della metro, su una fiscalità locale più equa, sulle opere di urbanizzazione primaria da ultimare nei borghi ed in molti quartieri. Inoltre dei 30 punti programmatici che il centrodestra si è impegnato a realizzare nei primi 6 mesi di governo ne sono stati realizzati solo 5. Il tempo sta per scadere.

Annunci