Capisco l’ansia dell’Assessore Sovrani che ha ricevuto dal Sindaco la delega al decentramento in coincidenza con l’abolizione per legge delle circoscrizioni per i comuni sotto i 250 mila abitanti. Ciò coincide pressappoco ad una “delega al nulla”.

Questo non giustifica l’idea pessima, che apprendiamo dalla stampa, di formare un organismo parallelo guidato dagli ex presidenti di circoscrizione per ricostruire un rapporto con il territorio.

Sono contrario per molti motivi tra i quali:

  1. E’ un’idea antidemocratica. Non si possono utilizzare le istituzioni per dare un ruolo di rappresentanza a chi (come alcuni ex presidenti delle circoscrizioni) non lo ha ricevuto dagli elettori alle ultime elezioni e a chi ha visto scadere i termini del proprio mandato.
  2. L’idea di nominare i rappresentanti del territorio è un’idea brutta e feudale della politica ed anche pericolosa perché sostituisce il principio dell’elezione rappresentativa con la nomina di “uomini di fiducia”. E’ chiaro a chiunque che gli ex presidenti delle circoscrizioni sono tutti di centrodestra.
  3. E’ una proposta elusiva della legge che, per risparmiare e tagliare i costi della politica, ha eliminato nella scorsa finanziaria le circoscrizioni per i Comuni più piccoli. Può non piacere (e a me non piace perché si è deciso di tagliare il livello istituzionale meno costoso e più prossimo ai cittadini) ma è la norma.

Propongo piuttosto che questioni importanti come queste che riguardano la rappresentanza territoriale e l’assetto delle istituzioni ritornino proprietà del dibattito e del confronto democratico nell’aula consiliare e nelle commissioni preposte. Per esempio nei territori esistono molte associazioni di cittadini che ben possono rappresentare le esigenze locali se solo fornissimo loro l’opportunità periodica e istituzionale di essere ascoltate.

Il confronto può solo migliorare una proposta che ad oggi non è ricevibile perché non si capisce bene a cosa serve e quanto costa. Non abbia paura l’Assessore Sovrani di cominciare con il piede giusto confrontandosi con tutti in aula.

Annunci