Liberare le associazioni culturali dall’influenza della politica e dal rischio di dover sottostare a logiche clientelari e di dover aderire ai programmi del “più forte di turno”.

La cultura o è libertà e rispetto delle differenze o non è.

Il Comune deve cominciare a premiare le Associazioni ed i progetti culturali più importanti seguendo un solo criterio: selezionare in base alla qualità, ai requisiti dei candidati, al merito. Questo si può fare solamente istituendo un bando pubblico annuale per la selezione dei progetti culturali da finanziare. Per agevolare questo percorso senza perdere tempo il PD ha presentato un emendamento al bilancio volto ad istituire il seguente capitolo con una posta iniziale di 40 mila euro: “Bando Comunale rivolto alle Associazioni per l’assegnazione di contributi a manifestazioni di interesse culturale”.

Vogliamo inaugurare una nuova stagione del merito e del riconoscimento delle fatiche di tante piccole associazioni del nostro territorio che quotidianamente producono cultura, socialità, prevenzione del disagio.

Molti operatori culturali ci hanno chiesto questo intervento ed il PD lo ha prodotto. La loro legittima esigenza è quella di superare una stagione nella quale si doveva “chiedere per favore” ed aprire una nuova fase più virtuosa nella quale “ricevere ciò che si merita”.

Troppo spesso queste realtà sono state dimenticate dalle istituzioni e lo dimostra il fatto che ad oggi non esiste un bando comunale a loro dedicato. Credo e spero che il centrodestra voglia sostenere questa nostra proposta assumendosi la responsabilità di fare importante passo in avanti verso una stagione più ricca di cultura, giustizia, trasparenza.

40 mila euro vogliono essere solamente l’inizio; la chiave d’accesso ad un futuro più libero per tutte le associazioni culturali di Latina.

Annunci