Domenica mattina a Latina ho partecipato alla manifestazione contro il nucleare. Con i ragazzi del comitato elettorale volevamo partecipare in tenuta da podisti ma (ammetto le mie gravi responsabilità 🙂 ) ero troppo stanco e ho dato forfait. Ormai per il running se ne riparla dopo le Elezioni.

Un lungo corteo pacifico e colorato, organizzato da Legambiente, ha percorso le strade di B.go Sabotino per ribadire un chiaro NO al programma del Governo di riaprire le centrali nel nostro Paese.

In verità credevo avrebbero partecipato più persone di Latina ma è andata molto bene comunque. Alla prossima occasione sarà compito di tutti (a partire dal sottoscritto) fare qualche telefonata e qualche invito in più. A parte la sporadica adesione a titolo personale è evidente come il centrodestra abbia organizzato l’assenza dei suoi “uomini” a questa manifestazione dimostrando ancora una volta tutta la loro ambiguità politica su questa questione e la totale subalternità a Berlusconi ed al Governo. A chiacchiere sono contrari al ritorno del nucleare a Latina ma quando c’è da manifestare pubblicamente questa posizione giocano a nascondino perché non si possono far vedere da capo.

Archiviate le polemiche abbiamo tutti il compito, comprese le decine di candidati al consiglio comunale, di promuovere il messaggio antinucleare in vista dei referendum di Giugno perché il tempo stringe. Abbiamo bisogno di tutti (partiti, associazioni, singoli cittadini) e di rimanere uniti per essere più forti. Il 12 e 13 Giugno andiamo a votare SI a tutti i referendum. In questo Paese che va a rotoli non tutto è perduto fino a quando con una matita e con una croce su una scheda si può ancora fermare un Governo.

Annunci