Febbre permettendo (questa mattina un bel 38,5°) domani saremo di nuovo in piazza a B.go Santa Maria dalle ore 10.00 alle ore 13.00. Insieme al comitato per la salute pubblica dei borghi ed al PD raccoglieremo le firme per chiedere la riduzione del costo delle bollette dell’acqua a seguito della rilevazione di percentuali di arsenico superiori alla soglia consentita.

Il mese scorso abbiamo presentato l’esposto alla Procura della Repubblica per chiedere che venisse fatta luce al più presto su questa vicenda. E’ servito a poco perché Acqualatina non vuole saperne di riconoscere le proprie responsabilità che sono evidenti a chiunque ormai. Addirittura qualche settimana fa la società ha fatto girare un opuscolo informativo pieno di menzogne e di informazioni false nel tentativo estremo di auto assolversi. La stessa ASL di Latina si è trovata costretta a prendere le distanze da quel volantino dichiarandolo senza mezzi termini “un falso”.

Il problema nel frattempo si espande a macchia d’olio ed il divieto di bere l’acqua pubblica è esteso ormai a tutti i borghi dell’area nord di Latina sino a Borgo Sabotino e  al Mare.

Con questa petizione, che si aggiunge ai ricorsi del CODACONS e agli esposti che già abbiamo prodotto chiederemo all’ATO4 di adoperarsi per prevedere una riduzione del costo delle bollette sino a soluzione definitiva del problema. A domani…febbre permettendo 🙂

Annunci