(Comunicato stampa – Omar Sarubbo) Venerdì 29 Gennaio 2010 a Borgo Santa Maria  è andata di nuovo in scena la “bugia” del centrodestra. Il Sindaco Zaccheo ed il suo staff si sono presentati all’assemblea pubblica tenutasi nella sala parrocchiale con le solite promesse che da anni vanno raccontando con disinvoltura ed alle quali vengono sistematicamente meno.

E’ da 1993 che l’Amministrazione comunale promette la ristrutturazione della fatiscente e pericolante casa cantoniera al centro del Borgo. Sono passati 17 anni, il rudere è ancora lì a simboleggiare e testimoniare l’assenza dell’Amministrazione Comunale e Provinciale.

Sono 10 anni che promettono una nuova scuola al borgo e poco o nulla è stato fatto. Nel frattempo chi avrebbe dovuto usufruire delle nuove strutture scolastiche è divenuto adulto. Due anni fa sembravamo essere davanti ad una svolta. Il Consigliere Chiarato il 10 Gennaio 2008 comunicava alla stampa, dopo l’avvenuta riunione della commissione consiliare competente,  la volontà di fare una nuova scuola al borgo. Sono passati due anni e l’unica cosa avvenuta è l’atto amministrativo con il quale si individua l’area nella quale dovrebbe sorgere.

Infine è dal programma del 2002 con il quale l’attuale Sindaco si presentava agli elettori che viene promessa l’ultimazione dei servizi di urbanizzazione primaria che invece non sono stati terminati.

Al contrario il centrosinistra e la Regione Lazio in pochi  anni hanno fatto veramente sul serio investendo centinaia di migliaia di euro in favore delle opere nei nostri borghi. Contributi per opere che verranno realizzate a breve o che già sono in corso di realizzazione: aule parrocchiali a B.go S.Maria, centri sociali di B.go Piave, di Podgora, di B.go Bainsizza; tanto per fare alcuni esempi.

La verità è che siamo davanti ad un centrodestra che per i nostri borghi ha ben altri progetti. Non hanno mai fatto segreto di voler costruire l’inceneritore dei rifiuti a B.go Montello e sostengono un Governo che, con molta probabilità, vuole riattivare la centrale nucleare di B.go Sabotino.

Il PD è contro questi due progetti che rappresenterebbero la fine di ogni ipotesi di sviluppo economico, ambientale e sociale per i nostri borghi.

Latina 30 Gennaio 2010

Annunci