impastato

(lettera aperta al Sindaco di Latina Vincenzo Zaccheo)

On.le Sindaco Vincenzo Zaccheo,

i giornali nazionali hanno riportano una notizia che ha lasciato molti sconcertati e che rattrista non poco. Cristiano Aldegani, sindaco leghista di Ponteranica (Bergamo) ha rimosso la targa che intitolava la biblioteca comunale a Peppino Impastato (morto per combattere la mafia a le mafie) per dedicarla a padre Giancarlo Baggi deceduto nel duemila.

Disse il Sindaco Aldegani qualche tempo fa: “Non ho nulla contro Impastato, ma preferiamo, con le strutture del territorio, rendere memoria a una personalità che ha contribuito ad accrescere il prestigio di Ponteranica”.  Detto, fatto!

Non so chi sia stato padre Giancarlo Baggi. Sicuramente è meritevole di vedersi dedicato un angolo di città e di certo non merita di finire in una polemica di tale portata nazionale.

Mi sono però domandato: per ricordare qualcuno bisogna togliere a qualcun’altro? Nel nostro Paese c’è una crisi della toponomastica oltre al quella economica? C’è una svendita del patrimonio pubblico tale che non esiste a Ponteranica un metro quadrato da dedicare a qualcuno? No. Io non ci credo e dico che c’è la politica dietro un atto politico. Spero vivamente si tratti solamente di ignoranza ma a quanto leggo dai giornali non mi pare proprio.

A questo punto Le propongo di difendere pubblicamente lo spirito di legalità di gran parte del nostro Paese e dei latinensi rispondendo ad un atto politico con un atto politico: chieda al sindaco di Ponteranica la targa rimossa. Poi un posto dove metterla a Latina lo troviamo.

Credo, e concludo, che farebbe un gran servizio a tutti aldilà dei confini amministrativi dentro i quali si esaurisce la sua competenza. La mafia non è solo un fenomeno criminale ma anche culturale e si deve combattere promuovendo ed elevando simboli della legalità come Peppino Impastato morto giovanissimo nel ’78 per aver sfidato pubblicamente la mafia locale nella sua Sicilia.

Se non vado errato in consiglio comunale di Latina è già stato presentato un ordine del giorno per chiederLe di intitolare una via o una Piazza ad Impastato. Che fina ha fatto quella proposta?

Peppino era un antifascista e lottava contro la mafia. Come tutti noi. Giusto? Onoriamolo dunque. Grazie per quanto potrà e vorrà fare.

Latina 16 Settembre 2009

Annunci