(Comunicato stampa del 9 Ottobre 2008) E’ irresponsabile che si faccia così tanta disinformazione sulla stampa in merito alla chiusura del ciclo dei rifiuti. Ogni notizia imprecisa o falsa sull’imminente costruzione dell’inceneritore a B.go Montello produce un danno concreto che sistematicamente si arreca ad aziende, famiglie, imprese, commercianti, al settore immobiliare, al comparto agricolo della circoscrizione Latina Nord.

 

Il Partito Democratico è stato chiaro. Noi non siamo pregiudizialmente contrari allo smaltimento dei rifiuti attraverso gli inceneritori purché si investa di più  raccolta differenziata e si individuino subito le aree in cui collocare gli impianti di trattamento e selezione per la produzione del cdr. Quello su cui siamo irremovibili è l’impegno preso da Marrazzo con i borghi della Latina Nord. L’inceneritore non si può fare a Montello e nei borghi limitrofi che già hanno pagato il forte dazio della presenza decennale della discarica. L’area della discarica va bonificata e basta. Sui borghi nord di Latina va riprogrammata una prospettiva di sviluppo compatibile. Si deve investire in turismo, agricoltura ed impresa artigianale. Tutti sanno che nell’area in questione risiedono: la casa del Martirio di S.Maria Goretti, l’ex granaio di B.go Montello in via di ristrutturazione, la valle dell’Astura, il borgo storico dell’Acciarella, gli scavi di Satricum, il fiume Astura, la filiera artigianale del legno, numerose aziende vinicole, una produzione di alta qualità di kiwi ed altri prodotti agricoli. C’è un’economia di qualità ed un ambiente che attendono giustamente di essere liberati dalla minaccia di ulteriori servitù.

 

Entro pochi mesi Marrazzo ed il Consiglio Regionale approveranno il nuovo piano regionale dei rifiuti dove per Borgo Montello sarà prevista la bonifica integrale del sito. In più di una occasione Marrazzo ha garantito questo impegno e non c’è ragione di credere il contrario. Lo sanno bene gli esponenti della destra comunale e provinciale e ne è testimone il loro sistematico nervosismo in materia.  

 

In quando alle posizioni espresse dal Comune di Nettuno governato dal centrosinistra nella nota delibera 60 dell’11 Agosto scorso nel quale il Comune chiede di “concorrere attivamente alla chiusura del ciclo industriale dei rifiuti nel sito di borgo Montello mediante l’applicazione delle più avanzate tecnologie disponibili”, vorrei sottolineare come la posizione del Partito Regionale, di Marrazzo e di tutto il PD provinciale e comunale di Latina sia un’altra. La delibera della Giunta di Nettuno è tanto legittima quanto fuori luogo e sbagliata. Per fortuna le delibere comunali vigono solo sul territorio comunale di competenza.

 

L’unica verità è che il centrodestra vuole fare l’inceneritore a Montello e noi siamo contrari.

Coordinatore PD Latina Nord

Omar Sarubbo

Annunci