VIVA IL PALUDE FESTIVAL

Federico Fiumani ed i Diaframma hanno chiuso Domenica scorsa la seconda edizione del Palude Festival a Borgo Santa Maria (LATINA). Una performance eccezionale quella di Federico che con generosità straordinaria ha concesso più del necessario. Tre volte lacrime, Siberia, Vaiano, Diamante grezzo, Verde, per poi chiudere con due bis: Gennaio ed Elena.

Fiumani suona da trent’anni ormai. Suona e canta sempre uguale eppure ti disorienta continuamente. Immagini, questo se la “tirerà una cifra” e lui sale sul palco con la maglietta del Palude Festival.  Te lo aspetti invecchiato e non lo è; non ti aspetti che suoni  tutti i grandi successi uno in fila all’altro e lui li suona tutti. Lo immagini acustico e solo e lui si presenta con ottimi musicisti ed attacca il distorsore ogni volta che gli gira. Insomma un bel punk. Straordinario. Torna presto.

Sabato sera Giorgio Canali (CSI e PGR, ROSSO FUOCO, ROSSO TIEPIDO etc…) non è stato da meno. Lui, piccolo ed autoritario graffiatore di maltrattatissime chitarre si presenta con una chitarra acustica e, accompagnato da un violino, inizia a fare poesia vera, a fustigare luoghi comuni e a far impallidire tanti “autoelettisi” cantautori. Un grande professionista.

Il resto è soprattutto acqua. Passione e acqua piovuta dal cielo.  La passione dell’Associazione Collettivo della Palude e del Consorzio ZdB che continuano la lavorare per portare musica e cultura anche nella periferia di una città come Latina che vive di pochi eventi l’anno e perlopiù svolti all’interno della circonvallazione del “centro storico”. La passione dei gruppi musicali della provincia di Latina (più di trenta…e bravi tutti) che sono venuti a suonare “gratise” e per la causa. La passione dei tanti volontari che hanno dato una mano e di quanti sono venuti a sentire buona musica indipendente nonostante le intemperie. Coraggiosissimi.

La pioggia. La pioggia è stata maledetta. Un’ospite inatteso (maledetti i satelliti, i colonnelli ed i contadini che hanno sbagliato le previsioni del tempo). Un intruso contro il festival. Un sabotatore che è stato sconfitto dalla presenza di una non indifferente quantità pubblico di temerari e amici del palude. Citiamo solo la pioggia come soggetto contro…Glia altri si redimano o rosichino della loro invisibilità. Viva il palude festival! Pace. pace. Pace.

PS Complimenti agli Elettrofandango.    

http://www.paludefestival.net http://www.myspace.com/paludefestival

Annunci

Un pensiero su “VIVA IL PALUDE FESTIVAL

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...